Proteggere gli smartphone

17 01 2013

Un malware è un virus che viene creato con l’apposito scopo di fare danni ad un computer o ad un sistema informatico: Trojan eDNSChanger, sono lo spauracchio di chi possiede un pc. La tecnologia si è evoluta, anche quella degli hacker.

L’allarme lo ha lanciato la Federal Bureau of Investigation: non solo per i computer da tavolo ma anche i diffusissimi smartphone sono nel mirino dei truffatori e i dati giustificano l’allarme. Infatti, secondo una ricerca svolta dalla Symantec, dei 110 miliardi “fatturati” negli ultimi mesi dal cybercrimine , il 17% proviene dagli smartphone.

C’è di che preoccuparsi, soprattutto alla luce di dati e semplici considerazioni. Anzitutto, i dati ci dicono che una persona su sette al mondo possiede uno smartphone; per la precisione, nel terzo trimestre di quest’anno la diffusione degli smartphone ha raggiunto la quota del miliardo e settantotto milioni, e di questi trentadue milioni sono in Italia. Un boom mondiale e il trend, crisi o non crisi, è destinato crescere. La considerazione è che oltre i due terzi degli amanti del mobile non si preoccupa affatto di proteggere il proprio smartphone, una vera manna dal cielo per coloro che, attraverso subdoli virus quasi invisibili, vogliono rubare dati, identità e prosciugare i conti bancari.

Pericolosissimo è lo ZipMo, un virus che riesce ad intercettare i messaggi tra banca e smartphone e li indirizza all’hacker. E il tutto avviene senza che il possessore dello smartphone se ne renda conto. Più facile di così! Non sarà il caso di darsi la sveglia e rendere le cose un po’ più difficili ai truffatori? Alcuni accorgimenti possono aiutare: usare cautela prima di cliccare link e email di dubbia provenienza; non scegliere la via certamente più economica ma anche più rischiosa per acquistare le app; no ai siti pirata si agli store ufficiali; inserire una password per poter accedere alle funzioni dello smartphone. Un grosso aiuto viene proprio dalle app. Norton Mobile Security è un app che blocca virus e hacker, la stessa cosa fa McAfee Antivirus & Security, che costano all’incirca 30 euro ma danno garanzie. Funzionano però solo su Android, che è il sistema operativo più esposto perché il più aperto, nel senso che chiunque può creare un applicazione è venderla senza garanzie sull’integrità. Il discorso per l’iPhone è totalmente diverso: è un sistema chiuso e le app possono essere acquistate esclusivamente nell’AppStore con tutte le garanzie. Avete dunque capito: lo smartphone è totalmente assimilabile al pc da tavolo e quindi necessita delle stesse precauzioni.


Azioni

Information

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: